TERRE ALFIERI DOCG

Terre Alfieri vanta la denominazione di origine controllata. Questo importante riconoscimento però è stato assegnato solamente ai vini che rispettano alcuni precisi requisiti e condizioni stabiliti da uno specifico disciplinare di produzione. Nello specifico rientrano in questo gruppo: Terre Alfieri Nebbiolo e Terre Alfieri Arneis. Il vino ottenuto deriva dai vigneti aventi una specifica composizione ampelografica nell’ambito aziendale, ovvero il vitigno Arnesi dall’85% al 100% oppure altre tipologia di viti a bacca bianca

CARATTERISTICHE DEI VINI TERRE ALFIERI DOCG

La coltura dei vigneti e le condizioni ambientali in cui vengono prodotti vini Terre Alfieri DOCG, devono per forza di cose essere tradizionali della regione piemontese. Questa caratteristica è fondamentale per poter vantare un prodotto di qualità.
Le uve sono raccolte in alcuni precisi comuni come: Celle Enomodo, Antingano, San Daminao, Revigliasco, Cisterna d’Asti, Magliano Alfieri, San Martino Alfieri, presenti nella provincia di Asti e Govone, Castellinaldo, Priocca e Magliano Alfieri della provincia di Cuneo.

COME AVVIENE L'IMBOTTIGLIAMENTO DEI VINI TERRE ALFERI DOCG

L’imbottigliamento dei vini Terre Alfieri DOCG avviene nello stesso territorio in cui vengono prodotte le viti e raccolte le uve.
I recipienti e le bottiglie in cui devono venire confezionati i vini per il commercio, devono avere una capacità non inferiore a 18,7 cl, così come previsto dalla legge.