Cattedrali sotterranee di Canelli

Canelli, la capitale dello spumante, vanta cantine vinicole di spettacolare bellezza ed unicità storica, scavate nel tufo calcareo delle colline tra il XVI e il XIX secolo.

Caratteristiche per essere ad una profondità di decine di metri sotto terra, le così dette “Cattedrali sotterranee”, nel 2014, sono state proclamate dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. Veri e propri “musei” all’interno dei quali la terra millenaria di cui sono costruite e le temperature costatanti consentono al vino di affinarsi e completare il suo processo di lavorazione.

E’ in queste cantine che, grazie a Carlo Gancia, nel 1875, nacque lo spumante italiano, ottenuto con il metodo di fermentazione in bottiglia utilizzato per gli champagne, da lui conosciuto dopo durante un soggiorno un Francia.

Le cantine delle aziende spumantiere Gancia, Contratto, Coppo e Bosca sono diventate importanti mete turistiche, che raccontano la storia del territorio e della produzione vinicola di un tempo.

Per info: www.gancia.it – www.contratto.itwww.coppo.itwww.bosca.it