Asti e la sua provincia

La provincia di Asti, costituita nel 1935, conta oggi 118 comuni e, circa, 215.000 abitanti ed è caratterizzata da una conformazione prevalentemente collinare e ricca di borghi storici.

Le principali attività economiche della provincia di Asti sono per lo più concentrate nell’agricoltura.

L’immagine economica dell’Astigiano è, infatti, legata in primo luogo alla vite, che fornisce vini di pregio in tutto il mondo.

La viticoltura può essere considerata, infatti, come il settore trainante dell’economia, non solo per le attività agricole ma anche per le sue ricadute sul sistema industriale. Numerosi sono, infatti, gli stabilimenti enologici che formano un comprensorio enomeccanico (macchine per la lavorazione, l’imbottigliamento e il trasporto del vino), che si configura essere il più importante d’Europa.

La ricchezza e la bellezza di questo territorio collinare, che vanta premi e prestigio in tutto il mondo, hanno fatto si che nel mese di giugno del 2014, sia stato dichiarato dall’Unesco, con le sue cantine sotterrane di Canelli, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. 

La provincia di Asti è una delle zone, insieme alle Langhe, con il più alto numero di locali di ristorazione di qualità nel Piemonte.

Questo è reso possibile grazie ad una spiccata cultura enogastronomica che è da sempre il traino delle tradizioni astigiane e che oggi, sempre di più, diventa uno dei fulcri principali del turismo.

Un turismo in crescita che apprezza la discrezione e la tranquillità di questo territorio.